Iachini ricorda la promozione: “È stata un’impresa, con i tifosi c’è un legame forte”

NEWSCALCIOMERCATOGIOCHICURIOSITA‘ – STORIACLASSIFICACALENDARIOSHOP

A poche ore dalla sfida tra Empoli e Sampdoria il mister dei toscani, l’amato Beppe Iachini, ha parlato in conferenza stampa ricordando la cavalcata del 2011/2012. “Alla Samp è stata una vera impresa, abbiamo fatto una cavalcata e portato la squadra in A. Abbiamo cambiato anche tutto l’ambiente, c’era frustrazione, depressione e contestazione. È arrivato grande entusiasmo, ne vado fiero. Ero in una piazza dove c’era pressione, ho fatto scelte che si sono dimostrate tutte giuste. Per me la Samp è una piazza ancora aperta, perché sono andato via. Il legame con i tifosi è forte, sono stati sempre di grandissima riconoscenza per Iachini come tecnico, ma anche come uomo. In quella Samp abbiamo valorizzato tanti giovani, da Icardi, a Soriano, a Kristicic, Obiang ed Eder. All’epoca, tranne Eder, venivano tutti dalla primavera e giocavano tutti titolari. Hanno fatto tanto anche per la società, che cedendoli ha potuto dar forza alle casse”.

Adesso però la Samp arriverà da avversaria: “Dobbiamo fare una grande partita, prepararci bene e non sbagliare nulla. È una squadra che gioca a memoria, di conseguenza dovremo fare una grande partita sotto l’aspetto tattico e dell’organizzazione”. Sulla formazione: “Abbiamo due partite in quattro giorni, devo buttare anche un occhio alla partita successiva, anche se è questa la partita alla quale pensiamo. Devo parlare con lo staff medico per chiarire alcuni dubbi fisici, non tecnici”.

Su Fabio Quagliarella: “Grande attaccante, non lo devo di certo presentare io…”

Leggi anche

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.