La favola di Quagliarella: dalla vicenda stalking alla Nazionale

NEWSCALCIOMERCATOGIOCHICURIOSITA‘ – STORIACLASSIFICACALENDARIOSHOP

Ha i contorni di una favola la carriera di Quagliarella, che sta vivendo una seconda giovinezza in blucerchiato.

Dal suo ritorno in blucerchiato il numero 27 ha realizzato 55 gol in 115 partite, oltre a 17 assist, entrando di prepotenza tra i primi posti nella hall of fame dei migliori marcatori nella storia blucerchiata: fermo dai 14 gol della stagione 2006/07, è riuscito ad arrivare a un totale di 69 reti, superando Montella al 6° posto.

La svolta per Quagliarella è arrivata grazie anche per aver risolto un problema personale che lo affliggeva per diversi anni: la vicenda dello stalking risalente all’anno in cui vestiva la maglia del Napoli. Come dichiarato a Rai Sport dal ritiro della Nazionale: “Mi ha tolto più che darmi rabbia. In quegli anni della mia carriera questa storia aveva un peso per me non indifferente pero’ mi ha fatto crescere sempre. Mi ha stimolato a  crederci sempre ed ad andare avanti per la mia strada, senza ascoltare quello che la gente può dire dall’esterno non sapendo. Ho sempre lavorato su me stesso”.

Oltre a questa brutta esperienza, ormai alle spalle, l’ex Juve e Torino ha parlato del suo momento magico, della Nazionale e ovviamente della Sampdoria: “Come ha detto Giampaolo la mia convocazione non è un contentino, qui non c’è bisogno di dare premi. Mancini se chiama dei giocatori è perché pensa che possano dare una grande mano. Io sono assolutamente a disposizione. Essere chiamati è una bella soddisfazione e sono pronto se il ct dovesse chiamarmi in causa. A Genova sto da favola: società, tifosi, squadra, città, mare, va tutto benissimo. Il mio futuro è la Samp: se non mi cacciano sto lì”

Infine il pensiero dell’attaccante della possibile cessione della Sampdoria: “Vialli nella Samp ha fatto la storia, quindi credo che per i tifosi sia una cosa straordinaria pero’ ripeto io non so nulla, con il presidente Ferrero ho un grandissimo rapporto. Sicuramente per la piazza, ma anche per me, Gianluca Vialli sarebbe una figura importante. Stiamo parlando di cose pero’ di cui per ora non so assolutamente nulla”.

Leggi anche

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.