Giampaolo: “Dobbiamo fare il salto di qualità mentale”

NEWSCALCIOMERCATOGIOCHICURIOSITA‘ – STORIACLASSIFICACALENDARIOSHOP

Nella consueta conferenza stampa pre-partita il tecnico Giampaolo analizza la sconfitta di Bologna e quella che sarà, secondo il tecnico, l’ultima partita utile per le ambizioni europee della Samp.

“La sconfitta di Bologna ha rallentato fortemente la corsa per l’Europa, la squadra negli ultimi tre anni è sempre migliorata ma ci manca uno per fare trentuno. Poi non è detto che quell’uno sia riconducibile al livello tecnico della squadra. Va colmato con la programmazione, Se la Samp arriva settima il campionato sarà straordinario se non ci arriviamo il campionato sarà buono ma avremo qualche rammarico. E’ questione di salto di qualità mentale che riguarda tutto. Faremo delle riflessioni con la società per capire se colmare quell’uno e queste cinque partite sono importanti per chiarirmi le idee. Non ho nulla da rimproverare alla squadra ma la sprono a far sì che quel gap venga colmato.”.

Nonostante la sconfitta contro i rossoblu il mister sprona la squadra a non mollare, sia per la fondamentale partita contro i biancocelesti sia in ottica della prossima stagione: “Ci sta il dispiacere perché hai perso la partita ma non deve intaccare, se affrontassimo le ultime cinque partite con le infradito saremo punto a capo, significa che non abbiamo margini di miglioramento. La squadra deve tornare a fare il meglio per ripartire poi la prossima stagione“.

Giampaolo analizza poi gli avversari: “Una squadra molto forte che io ritengo che io possa arrivare fra le prime quattro e non come quarta. E’ vero che mancheranno due pezzi da novanta ma è altrettanto vero che la Lazio ha esperienza e qualità. Mi aspetto una partita dura come tutte, ma dipende molto dallo spiriti di voler e poter fare una grande prestazione. E’ l’ultima partita utile e va giocata con grande senso di responsabilità“.

Il tecnico su Audero e Andersen: “Audero ci ha messo la faccia dopo la partita. Il ragazzo ha personalità, si può sbagliare. Ha giocato tante partite in cui ha fatto bene e ci ha fatto vincere. La crescita di un giovane passa anche attraverso gli errori, come sai reagire. Andersen è l’unico non convocato per questa partita.”

Grande soddisfazione sulle convocazioni per lo stage della Nazionale per Audero e Murru: “E’ una soddisfazione per loro. Murru ha fatto grandi progressi, il merito è suo, è migliorato anche nel lavoro. Audero si è meritato anche questa considerazione. I calciatori devono pensare che questo è uno step che li deve portare a fare un altro passo”.

Leggi anche

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.