Giampaolo: “Siamo migliorati rispetto lo scorso anno, ma non abbastanza”

NEWSCALCIOMERCATOGIOCHICURIOSITA‘ – STORIACLASSIFICACALENDARIOSHOP

Nella consueta conferenza stampa pre-partita in vista della trasferta di Verona contro il Chievo, il tecnico analizza la stagione della Sampdoria nel complesso: “Rispetto allo scorso anno siamo migliorati, al di là dei numeri siamo stati capaci di stare dentro la partita fuori casa. Siamo migliorati nella tenuta mentale ma non sufficiente bravi per fare il salto di qualità. Le sensazioni che ho avuto nelle partite sono state sensazioni di inerzia. La squadra un po’ più consapevole ma bisogna migliorare. Paradossalmente abbiamo fatto meno punti in casa ma mantenere quello score sarebbe stato difficile”

L’ex Empoli dice la sua sulle fase difensiva e offensiva in questa stagione: “In termini di gol potevamo avere qualcosa in più, ad esempio sui corner,  ma quello è un elemento di valutazione. Per quello che riguarda il pacchetto difensivo siamo migliorati a numeri di gol subiti. Ma non è sufficiente. Per fare il salto di qualità dobbiamo migliorare”.

Le considerazioni del tecnico sulla sfida di domani: “Giochiamo contro una squadra che non ha più motivazioni. Se vogliamo noi ci troviamo nella stessa condizione. Siamo sul punto di prevalere dal punto di vista tecnico. Sfondare il muro dei 50 sarebbe opportuno, chiudere in maniera dignitosa altrettanto. La Samp è nella condizione di fare risultato

Sulla formazione Giampaolo fa meno pretattica rispetto al consueto: “In porta gioca Rafael. Belec, Andersen e Murru non sono convocati. Defrel e Vieira sono acciaccati, Ronaldo volevo farlo giocare ma non posso visto che si è allenato solo stamattina. Ho un’idea di far giocare Tavares sulla sinistra e Praet play ma voglio rivederla. Se gioca Praet play, Barreto giocherà a destra con uno fra Jankto e Linetty a sinistra. Se gioca Ekdal ci sarà Praet a destra e uno fra Jankto e Linetty a sinistra. Trequarti gioca o Defrel o Ramirez”.

Su Quagliarella: “Fabio gioca per il suo obiettivo personale. Sta bene, in allenamento lo vedo motivato perchè giustamente ci tiene. Farà di tutto per non farsi sfuggire l’obiettivo che è alla portata. Al massimo la deciderà all’ultima partita. Sarebbe una piccola vittoria, personale ma anche di squadra. La Samp non ha avuto grandi difficoltà a mandare in gol i calciatori, deve trovare più equilibrio fra le proposte offensive ed essere forti difensivamente”.

Leggi anche

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.