Ferrero si sfoga: “I tifosi pensano di essere proprietari della Samp”

NEWSCALCIOMERCATOGIOCHICURIOSITA‘ – STORIACLASSIFICACALENDARIOSHOP

Il presidente Massimo Ferrero in diretta su Sportitalia: “Capisco che la gente deve lavorare, oggi ero a Milano ad un ristorante con Osti. Io lavoro 24 ore al giorno per la Sampdoria, e sono molto dispiaciuto perché mi trattano a pesci in faccia da un gruppetto”.

“Vialli non lo conosco. L’ho conosciuto con Mihajlovic qualche anno fa. L’avvocato Romei ha incontrato delle persone del gruppo di Vialli. Sono andato a New York e mi hanno offerto solo 45 mln, ed ho rifiutato. Altro non c’è stato. La Sampdoria è una società sana, io ho sempre chiesto quello che vale la società, 150-160 mln: impianto di Bogliasco, i ragazzi dei Next Generation, lo stadio Ferraris con il Genoa”.

“Andersen è stato venduto questa sera al Lione, 24 mln più 6 di bonus. Questo è il sesto anno di Massimo Ferrero, i sampdoriani sono una tifoseria straordinaria, il 12 uomo in campo, ma non gli piace il mio modo di fare, perché sono romano.”

“Il Palermo lo voglio, ma non vendo la Sampdoria e compro il Palermo. Faccio come Napoli e Bari. Non ho mai negato che, dopo tutto quello che ho fatto compreso il centro sportivo che inaugureremo, se arriva un’offerta del valore della Sampdoria sono pronto. Ho vinto 9 derby, ho fatto un lavoro serio. Il problema italiano è che i tifosi pensano di essere proprietari della società, con il Napoli sono sceso in campo e li ho difesi, mi hanno sputato addosso”.

“Se venisse Vialli per migliorare la situazione della Sampdoria ben venga. Ma i signori che gli stanno dietro devono pagare per il valore della Sampdoria. Certe notizie destabilizzano l’ambiente. Voglio bene a tutti i tifosi, se amate la Sampdoria non contestate”.

Leggi anche

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.