Sassuolo-Sampdoria, gli ex della sfida

NEWSCALCIOMERCATOGIOCHICURIOSITA‘ – STORIACLASSIFICACALENDARIOSHOP

Dopo la sconfitta contro la Lazio la Sampdoria proverà a rifarsi domenica 1 settembre alle 20,45 in trasferta con il Sassuolo. Sono 6 gli ex della partita, quattro nella rosa neroverde e il nuovo mister blucerchiato.

Eusebio Di Francesco (Sampdoria): Dopo le esperienze di Lanciano, Pescara e Lecce mister Di Francesco arriva al Sassuolo nel 2012 in serie B, ottenendo la prima storica promozione in serie A con il primo posto. Con i neroverdi riesce a confermarsi anche nella massima serie, riuscendo addirittura nel 2015/16 a qualificarsi in Europa League. Nel giugno 2017 passa alla Roma, nella quale rimane fino all’esonero del marzo 2019. Arriva quindi la firma con la Sampdoria nel giugno 2019.

Gianmarco Ferrari (Sassuolo): il centrale viene acquistato dal Sassuolo nell’estate del 2016 e lasciato in prestito al Crotone per tutta la stagione. L’anno successivo passa in prestito oneroso alla Sampdoria. Agli ordini di Giampaolo il difensore scende in campo 31 volte, mettendo a segno 2 reti: una contro il Crotone e una nel trionfo per 3-2 contro la Juventus. La Sampdoria decide di non riscattarlo a fine anno e Gianmarco torna così Sassuolo.

Alfred Duncan (Sassuolo): il ghanese arriva alla Samp nell’estate del 2014 in prestito dall’Inter, riscattato a titolo definitivo il gennaio successivo per un totale di 3,4 mln di euro. In blucerchiato il centrocampista viene schierato dal tecnico Mihajlovic in 26 partite, segnando una sola rete contro l’Udinese nella vittoria esterna per 4-1 di Udine. Nel luglio del 2015 passa al Sassuolo con la formula del prestito con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni di euro.

Pedro Obiang (Sassuolo): il centrocampista spagnolo ha mosso i primi passi nelle giovanili della Sampdoria, che lo ha prelevato nel 2008 dall’Atletico Madrid esordendo in serie A nel settembre del 2010. Rimane in blucerchiato per 5 stagioni, contribuendo all’immediata promozione della Samp nel 2011 nella sua prima stagione da titolare tra i professionisti. Nel 2015 lascia la Samp e l’Italia per passare in Inghilterra al West Ham per 6,5 mln di euro. Dopo 4 stagioni a Londra torna nell’estate 2019 al Sassuolo per 8 mln.

Filip Djurcic (Sassuolo): il trequartista arriva a Genova nel 2016, in prestito con diritto di riscatto a 3 mln di euro dal Benfica, per poi essere riscattato a titolo definitivo nell’ambito della trattativa che porta Pedro Pereira ai lusitani. Nonostante lasci intravedere qualità importanti non riesce ad imporsi in blucerchiato, con il tecnico Giampaolo che lo impiega sporadicamente. Se nella stagione 2016/17 scende in campo per 21 volte, in quella successiva viene impiegato in una sola partita. Nel gennaio del 2018 passa in prestito al Benevento lasciando poi la Sampdoria a parametro zero a giugno seguendo così il tecnico De Zerbi al Sassuolo.

Grègoire Defrel (Sassuolo): l’attaccante francese viene portato in Italia dal Parma nel 2010. Dopo un anno al Foggia passa al Cesena, con il quale prima ottiene la promozione per poi imporsi in serie A. Nel 2015 viene acquistato dal Sassuolo e agli ordini di mister Di Francesco riesce a consacrarsi definitivamente ottenendo dopo 2 ottime stagioni la chiamata della Roma, con la quale però non riesce a confermarsi. Nell’estate del 2018 passa alla Samp, totalizzando 12 gol in 39 presenze, tra cui l’indimenticabile rete nel derby di ritorno. A fine stagione i blucerchiati non esercitano la prelazione e la Roma cede il francese in prestito con obbligo di riscatto al Sassuolo, tornando ai neroverdi dopo 2 stagioni.

Leggi anche

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.