Spal – Sampdoria, gli ex della sfida

La Samp continua a non superare il momento buio, dopo il deludente pareggio in casa con il Lecce. I blucerchiati lunedì 4 novembre alle 20,45 affronteranno la Spal nell’importante sfida salvezza.

Sono 5 gli ex della partita, due in quella blucerchiata e tre in quella ferrarese. Ecco chi sono:

Vasco Regini (Sampdoria): il centrale è arrivato nelle giovanili della Samp nel gennaio 2009 in comproprietà dal Cesena, esordendo in prima squadra nel maggio del 2009 in un Samp-Reggina 5-0. Trascorre una stagione in prestito nel Foggia di Zeman e quella successiva all’Empoli, diventato proprietario dell’altra metà del cartellino. Nel 2013 dopo 81 presenze in Toscana fa il suo ritorno a Genova, dove con la maglia blucerchiata scende in campo 129 volte indossando anche la fascia da capitano, con la breve parentesi in prestito al Napoli. Dopo aver recuperato da un brutto infortunio al ginocchio passa in prestito alla Spal nel gennaio 2019 per poi fare ritorno a Genova a giugno.

Federico Bonazzoli (Sampdoria): acquistato dall’Inter nel 2015 dalla Sampdoria, dopo i prestiti a Virtus Lanciano e Brescia passa alla Spal nella stagione 2017-18. Con i ferraresi scende in campo per 12 volte, senza segnare alcuna rete. Nell’anno successivo passa al Padova in serie B, dove realizza 8 gol in 37 presenze. Finito il campionato fa il suo ritorno a Genova, rimanendo nella rosa blucerchiata come vice Quagliarella.

Jacopo Sala (Spal): l’esterno cresciuto nelle giovanili del Chelsea arriva alla Sampdoria nel gennaio del 2016, in prestito con obbligo di riscatto dal Verona. Rimane in blucerchiato per 3 stagioni e mezzo, saltando molte partite a causa dei numerosi infortuni, collezionando 65 presenze. Passa nel mercato estivo 2019/20 alla Spal.

Bartosz Salamon (Spal): il difensore polacco arriva alla Sampdoria nel 2013 in comproprietà al Milan, nell’ambito dell’operazione che porta Poli al Milan con la stessa formula. L’ex Brescia non lascia però il segno, scendendo in campo solo 4 volte. Dopo il prestito al Pescara passa a titolo definitivo al Cagliari e nell’agosto del 2017 passa alla Spal.

Andrea Petagna (Spal): un giovanissimo Petagna arriva alla Sampdoria in prestito con diritto di riscatto in comproprietà dal Milan. La sua esperienza in blucerchiato non è rosa e fiori, venendo impiegato soltanto in 3 occasioni, anche per via della concorrenza in attacco. Nella mente dei tifosi è indelebile purtroppo l’errore commesso dalla punta contro la Lazio, che con il risultato di 1-0 in favore della Samp, negli ultimi attimi della partita si lasciò soffiare ingenuamente il pallone dai laziali che andarono a trovare il pareggio. Lasciata Genova, dopo le esperienze con Latina, Vicenza ed Ascoli arriva all’Atalanta, dove si consacra nel grande calcio. Passa quindi alla Spal nel luglio del 2018 per un totale di 15 mln di euro.

Leggi anche 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.