Buon compleanno Ernesto “Tito” Cucchiaroni!

Il 16 novembre del 1927 a Posadas, in Argentina, nasceva Ernesto Bernardo “Tito” Cucchiaroni, attaccante argentino che ha dato il nome al primo gruppo Ultras d’Italia, quello degli UTC. Da giovanissimo Tito ha le gambe storte, è esile e viene mandato dai genitori in un duro collegio religioso. La sua passione è però il calcio e dopo aver lasciato il collegio inizia a giocare nel Posadas, la squadra della sua città.

A 22 anni passa al Club Atletico Tigre e nel 1954 il Boca Juniors lo acquista per una cifra alta che il suo primo club utilizza per finire lo stadio. Arriva anche nella nazionale argentina e in una partita contro la Cecoslovacchia il dirigente del Milan Guido Cappelli lo nota al 78′, minuto del suo ingresso in campo, e si innamora in soli 12 minuti. Nel 1956 Cucchiaroni arriva al Milan e nel primo campionato vince subito lo Scudetto al fianco di Cesare Maldini, Niels Liedholm e Alberto Schiaffino.

Esteticamente sembra più vecchio dei suoi 29 anni e, complice un calo di forma, i rossoneri lo cedono alla Samp nel 1958 considerandolo in parabola discendente. Cucchiaroni arriva a Genova e dà subito spettacolo. Dribbling, assist, gol, il pubblico blucerchiato si innamora fin da subito di Cucchiaroni che a pochi mesi dal suo arrivo in Liguria segna una storica doppietta nel derby del novembre ’58. La stagione 1959/1960 è tra le più memorabili della storia blucerchiata, la Samp finisce al 4° posto e per metà campionato sogna anche lo Scudetto.

Dopo 40 gol in 138 partite torna in Argentina e va incontro al suo triste fato: a Nel luglio del 1971 muore in un incidente stradale, una dinamica misteriosa mai chiarita del tutto. Secondo alcuni l’incidente è dovuto ad un malore, per altri la colpa è stata della SLA. Nella sua esperienza genovese Tito Cucchiaroni è stato ricordato non solo per le sue giocate ma anche per una gentilezza unica in campo e fuori. A Genova i suoi siparietti con Skoglund, freddo e introverso, facevano divertire la gente e la sua “garra” è stata un esempio che i tifosi hanno preso per rispecchiare l’impegno, lo stile e il cuore di tutta la gradinata blucerchiata.

Leggi anche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...