Sampdoria – Sassuolo, il messaggio di Enzo Tirotta ai tifosi

“Quella che fino a ieri era una partita molto importante (Sassuolo) , con la notizia sulle vicende romane (stupidamente, molto stupidamente fatta trapelare in un momento così delicato per la squadra), diventa crocevia fondamentale sulla strada per la serie A. Dirai, per quale motivo dovrebbe cambiare l’atteggiamento della Samp? presto detto, oggi è certificata la difficoltà della Sampdoria come società, ergo, giocatori, staff, dirigenti, stipendiati a vario titolo, arraffoni sparsi per il centro Italia, oggi, con questa certificazione hanno l’alibi per sbagliare e poter addossare le responsabilità ad altri (che peraltro hanno). Non a caso spesso una società contestata dall’ambiente ed in difficoltà perde tutta la propria credibilità ed incisività negli spogliatoi, creando uno scollamento tra tutte le parti che spesso porta alla mancanza di risultati. Non andiamo distanti nel tempo e guardiamo Napoli, una società autodelegittimatasi ed i risultati che sta ottenendo. Bene, torniamo al Sassuolo ed alla notizia di ieri, quali certezze abbiamo oggi per guardare al domani con fiducia? Una allenatore esperto, serio, che non vende fumo e da serenità a tutto l’ambiente; una squadra fatta di giocatori che hanno dimostrato con i fatti di avere nelle gambe e nella testa la serie A, a patto di non rallentare mai ne con le une né con l’altra; un ambiente (noi tifosi) che sappiamo essere trascinanti ma anche noi lo siamo ad una condizione: avete pazienza, tanta pazienza e non essere isterici. Parlo di domenica prossima perché non abbiamo la forza mentale di guardare oltre al prossimo match. Brescia insegna che le partite le dobbiamo sudare e guadagnare metro per metro, palla su palla, coro su coro… Non possiamo permetterci di rallentare un attimo, al vicino che guarda il telefono, che si perde in una sigaretta, che non trova lo stimolo per un canto, un battito di mani dobbiamo essere noi a ricordargli di non fermarsi. Saremo una cordata in alta montagna, si ferma uno e ferma tutti. Si lo so che certi discorsi fanno ridere a volte, ma se non si fosse capito qua alla Samp una mano la possiamo dare solo noi, la professionalità di alcuni e nessun altro. Siamo noi e saremo noi a pagare in futuro se le cose non andranno come devono. Guitti, ballerine e puttane troveranno altri bordelli in cui esercitare, nel fortino a difendere la bandiera resteremo noi, con idee diverse, con metodi diversi ma noi, solo noi! Quindi bando alle cazzate ed andiamo allo stadio come ad uno spareggio, con la rabbia che vogliamo abbiano in campo, con la voglia che pretendiamo dagli altri, con la gioia di vedere i nostri colori. Mugugniamo a casa e nei bar ma domanica no, ci giochiamo più di quello che pensavamo! Dai doriani, serviamo noi come non mai!”

Leggi anche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...