Niente strette di mano e niente interviste: le regole delle partite a porte chiuse

Nelle prossime ore la Sampdoria tornerà in campo al Ferraris in un clima surreale a causa dell’emergenza Coronavirus. Ecco le regole diffuse dalla Lega di Serie A per gestire l’organizzazione degli eventi calcistici senza tifosi:

1. non sono ammessi tifosi all’interno dello stadio né ospiti accreditati dalle Società;


2. sono comunque ammessi all’interno dello stadio, oltre agli arbitri, i calciatori e gli altri componenti lo staff tecnico, medico e dirigenziale delle due squadre ammessi al recinto di gioco;


3. sono comunque ammessi gli operatori della squadra di produzione televisiva e i giornalisti delle emittenti titolari dei diritti di trasmissione live, ivi compresi gli operatori necessari alla sperimentazione “off-line” del VAR, laddove presenti;


4. sono comunque ammessi per ciascuna Società, n° 1 fotografo ufficiale e n° 1 social media manager;


5. sono comunque ammessi in tribuna gli operatori dell’informazione preventivamente autorizzati e comunque nel numero massimo di 45 unità;


6. si precisa – viste le previsioni di cui ai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° e del 4 marzo 2020 – che i soggetti indicati al punto n. 5 siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro, oltre che sottostare alle medesime limitazioni previste da quei Decreti e richiamate al punto n. 7 che segue;


7. è comunque ammesso il personale tecnico con funzioni strettamente connesse all’organizzazione della gara, nel numero massimo complessivo di 75 unità (la quota dovrà comprendere, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: i raccattapalle; i manutentori del campo; i presidi tecnici, video e audio, gli operatori di pulizia delle aree interessate, i tecnici dei broadcaster, ecc., in tale numero devono essere ricompresi anche eventuali dirigenti e/o calciatori dei Club che non accedano al terreno di gioco), seppur si suggerisce, se possibile, di provare a mantenere un numero anche più limitato;


8. i raccattapalle (di cui al punto n. 7 che precede) dovranno essere maggiorenni o comunque di un’età non inferiore ai 16 anni;


9. sono ammessi gli incaricati della Procura Federale, i Delegati Lega di Serie A, i medici Antidoping e gli Osservatori arbitrali


10. sono ammessi gli addetti della Sicurezza Pubblica, gli Steward previsti nelle aree interessate, i VV.F. e gli operatori di Pronto Soccorso, secondo le indicazioni approvate dal GOS;


11. sono comunque ammessi gli operatori della società titolare del diritto di raccolta dei dati statistici all’interno dello stadio;


12. non verranno effettuate le interviste in area mista e la conferenza stampa;


13. il cerimoniale di ingresso in campo dovrà avvenire senza la presenza di bambini e/o altri accompagnatori dei giocatori;


14. line-up squadre pre-gara, senza stretta di mano: si suggerisce eventualmente (come in passato) di salutare il pubblico semplicemente al momento del fischio dell’arbitro, anche senza quindi che i calciatori “scorrano” uno davanti all’altro;


15. evitare, per quanto possibile, i contatti durante il saluto di fine gara, a metà campo, tra squadre ed arbitri;


16. non potrà essere svolta alcun tipo di iniziativa, attività o manifestazione (pre, durante e post-gara, come ad esempio: premiazioni, sfilate, walkabout, ecc.) anche se precedentemente autorizzata;


17. la società ospitata dovrà trasmettere l’elenco dei propri calciatori e degli altri componenti lo staff tecnico, oltre ai nomi delle altre eventuali persone di cui ai punti n. 2 e n. 7 alla società ospitante;


18. la società ospitante dovrà trasmettere l’elenco dei propri calciatori e degli altri componenti dello staff tecnico, oltre ai nomi delle persone di cui ai precedenti punti, unitamente agli elenchi della società ospitata, di cui al punto 17) che precede, al responsabile del G.O.S. (Gruppo Operativo per la Sicurezza);


19. entrambe le società dovranno trasmettere, per conoscenza, i propri elenchi anche alla Lega Serie A


20. il Club ospitante dovrà mettere gli elenchi di entrambe le società a disposizione dei rappresentanti della Procura Federale e del Delegato;


21. si ricorda di attenersi alle previsioni del DPCM del 4 marzo 2020 (in particolare art. 1, co. 1, lett. c) e allegato 1 – misure igienico-sanitarie) e delle indicazioni della Federazione Medico Sportiva Italiana, entrambi documenti comunque allegati anche alla presente.

Leggi anche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...