La strega di La Plata: la classe infinita di Juan Sebastian Veron

Uno dei centrocampisti più forti nella storia della Sampdoria è stato senza dubbio Juan Sebastian Veron.

La “Brujita”, il soprannome che aveva anche il padre calciatore Juan Ramon e che vuol dire “strega”, è arrivata a Genova nell’estate del 1996, fortemente voluta dal tecnico svedese Sven Goran Eriksson, per prendere il posto di un altro grande centrocampista, Clarence Seedorf, passato al Real Madrid. Il presidente Enrico Mantovani per strapparlo agli argentini del Boca Junior spende 6 miliardi di lire.

In blucerchiato, nonostante la giovanissima età, Veron dimostra da subito le qualità che lo renderanno uno dei miglior interpreti al mondo nel suo ruolo: visione di gioco da predestinato, lanci precisi di 40 metri e un tiro potente unito alla classica garra argentina. L’argentino entra subito nel cuore dei tifosi blucerchiati, con prestazioni di alto livello e giocate da campione, meritandosi il coro della Sud: “Tira la bomba Veron, Veron!! Tira la bomba Veron, Veron!! Tira la bomba Veron, Veron!! Tira la bomba in gol!”

Alla Samp la prima stagione realizza ben 5 gol mentre nella seconda 2 con un totale di 68 presenze. Il gol più bello dell’ex numero 20 blucerchiato è senza dubbio quello contro il Perugia a Marassi, nella stagione 96/97, finita per 5-2 in favore della squadra di Eriksson. Ecco il video della sua fantastica rete:

TANTI AUGURI JUAN SEBASTIAN!

Leggi anche

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...