Gastaldello: “Ingiusto farci giocare con l’incubo del Coronavirus”

Dopo la notizia di tre nuovi positivi e un recidivo nella Sampdoria il mondo del calcio si interroga sull’opportunità di riprendere il campionato. Nelle ultime ore si sono registrati sei nuovi casi nella Fiorentina e uno nel Torino, numeri che accendono ancor di più la discussione sul futuro della Serie A. L’ex blucerchiato Daniele Gastaldello, ora al Brescia, ha commentato a Repubblica la situazione del calcio: “Ripartire? Se lo chiedono a me, dico di no. E poi non ci sono neanche i presupposti, non ci sentiamo sicuri. Ci chiedono di riprendere ad allenarci e di tornare in campo subito, concentrando dodici partite in un mese e mezzo: è ingiusto, ne va dell’incolumità di tutti i giocatori. Io parlo per me e per i compagni: se il prezzo della ripresa è farci male anche seriamente, non ne vale più la pena”.

Leggi anche

Rispondi