Damsgaard out, chi al suo posto?

In questa pausa delle nazionali sono molti gli infortuni in cui sono incappati diversi giocatori che militano in serie A, e purtroppo anche la Sampdoria si è ritrovata ad affrontare tale problema. Il calciatore in questione è Mikkel Damsgaard, che nella partita delle qualificazione ai mondiali tra Danimarca e Austria ha dovuto abbandonare il campo al 44′ del primo tempo toccandosi il ginocchio.

Secondo lo staff medico danese il centrocampista si è fermato per un risentimento muscolare e dopo i controlli i sanitari blucerchiati hanno confermato un problema muscolare alla coscia sinistra, che gli impedirà di prendere parte alla trasferta di Cagliari, match previsto per domenica 17 ottobre alle 12,30. Quali sono le alternative per mister D’Aversa per sostituire il numero 38?

  • conferma del 4-4-2 con Verre o Depaoli: Damsgaard potrebbe essere sostituito con Valerio Verre o Fabio Depaoli. Il centrocampista romano in questa prima parte di campionato si è visto molto poco, con 3 sole presenze per un totale di 97 minuti, a causa di un infortunio muscolare. In questi giorni il classe ’94 sta proseguendo con il suo percorso riabilitativo ed è in dubbio la sua convocazione per il match in Sardegna. Saranno fondamentali i giorni a disposizione per valutarne la condizione fisica, ma difficilmente verrà rischiato dal primo minuto in un ruolo che richiede uno sforzo fisico importante per affrontare le due fasi. L’ex Chievo invece è partito ad inizio stagione come rincalzo dell’inamovibile Bartosz Bereszynski come terzino destro, denotando però qualche difficoltà. Negli scampoli di partita che gli ha concesso D’Aversa a centrocampo il laterale non ha convinto pienamente, raccogliendo in campionato solo 4 presenze partendo dall’inizio solo a Torino contro la Juventus. Altra remota alternativa è lo spostamento a sinistra di Thorsby con Ekdal e Silva al centro.
  • Ekdal e passaggio al 4-3-1-2: l’ex tecnico del Parma potrebbe cambiare per la prima volta il modulo, più per necessità che per scelta tecnica, complici anche le condizioni non ottimali dell’oggetto del mistero Mohamed Ihattaren e il giovanissimo Riccardo Ciervo. In caso di 4-3-1-2 a centrocampo potrebbero essere schierati contemporaneamente Albin Ekdal, Adrien Silva e Morten Thorsby, con Kristoff Askildsen più indietro nelle gerarchie, ed Antonio Candreva trequartista ma libero di svariare. Altre due soluzioni sono l’arretramento del classe ’87 a centrocampo ma l’unico altro elemento in rosa da inserire sulla trequarti è l’acciaccato Verre o l’esordio in prima squadra e in serie A di Simone Trimboli, fresco di rinnovo del contratto.
  • le sorprese Ciervo o Ihattaren: due degli ultimi colpi di mercato della sessione estiva sono Riccardo Ciervo e Mohamed Ihattaren. L’ex Psv, arrivato via Juventus, è arrivato a Genova con molte aspettative, ma il suo esordio in maglia blucerchiata non è ancora avvenuto. Sulla carta l’olandese di origini marocchine potrebbe essere un elemento molto utile per lo scacchiere blucerchiato sia per posizione in campo che per le qualità tecniche, ma difficilmente sarà della partita, visto che la sua convocazione non è ancora certa vista la sua assenza per negli ultimi giorni per problemi personali. L’ex Roma invece è l’oggetto del mistero del calciomercato gestito dal neo ds Faggiano, con la Sampdoria che è riuscita a strapparlo ad una folta concorrenza. Il suo esordio in blucerchiato è già avvenuto nella debacle contro il Napoli, anche se per soli 6 minuti, ma il ruolo di esterno sinistro è il più indicato per il giovane classe 2002.

Leggi anche

Rispondi