La Sampdoria che verrà: chi resta e chi va

ATTACCANTI

Mikkel Damsgaard: la stagione 2021/22 doveva essere quello della consacrazione per il talento danese dopo l’ultimo europeo ed invece è stata un vero e proprio calvario. Il suo apporto alla causa blucerchiata è durato fino alla partita in casa contro l’Udinese nella 7^ giornata, con un rendimento che fino a quel momento era leggermente sotto alle attese. Poi il brutto infortunio l’ha tenuto fuori causa per quasi tutta la stagione, con il suo ritorno in campo alla 33^ di campionato. Salvo offerte l’ex Nordsjaelland dovrebbe rimanere a Genova provando a fare il definitivo salto di qualità. Possibilità permanenza 80%

Sebastian Giovinco: arrivato a mercato chiuso per ovviare al brutto infortunio di Gabbiadini, l’ex Parma e Juventus non è riuscito a dare il proprio apporto alla causa blucerchiata a causa dei diversi acciacchi, dovuti all’età e al lungo periodo di inattività. Alla Samp ha raccolto soltanto 2 presenze per un totale di 37 minuti. La sua conferma in blucerchiato appare alquanto improbabile, con la società che non rinnoverà il contratto in scadenza a giugno. Possibilità permanenza 5%

Manolo Gabbiadini: il numero 23 ha subito il brutto infortunio al legamento crociato forse nel periodo migliore della sua carriera in blucerchiato. Fino a quel momento l’attaccante, dopo aver saltato 6 partite per un problema alla caviglia, era riuscito a realizzare 6 gol (tutti consecutivi, con il secondo gol nel derby non assegnatogli ingiustamente) in 18 presenze. Tutto l’ambiente blucerchiato aspetta Manolo per la prossima stagione nella speranza che possa riprendersi al 100% dall’infortunio. Possibilità permanenza 80%

Vladyslav Supriaha: l’ucraino arrivato a gennaio dalla Dinamo Kiev non ha mai convinto Giampaolo, che dopo i 24′ contro il Sassuolo, in cui è entrato a partita in corso ed è stato sostituito prima del termine della stessa, non l’ha più schierato neanche un minuto. Nonostante il prestito biennale con diritto di riscatto a favore dei blucerchiati la sua permanenza a Genova appare molto difficile. Possibilità permanenza 20%

Francesco Caputo: l’ex Sassuolo è sceso in campo in tutte le partite di campionato con la Sampdoria (escluse le prime due in cui ha giocato con i neroverdi). Il classe ’87 è stato il capocannoniere dei blucerchiati con 11 gol in 36 presenze, risultando una pedina fondamentale anche se le sue prestazioni sono state altalenanti, di pari passo con la squadra. La sua conferma non appare scontata, con la Lazio che avrebbe fatto un sondaggio per affidargli il ruolo da vice Immobile. Possibilità permanenza 65%

Fabio Quagliarella: il capitano blucerchiato non è riuscito a mantenere il rendimento delle scorse stagioni con l’età che inesorabilmente avanza, ma il suo apporto è stato comunque importante sia in campo che nello spogliatoio. In questa stagione il numero 27 ha realizzato 6 gol e 3 assist tra campionato e coppa Italia. Nonostante i 39 anni compiuti Quagliarella dovrebbe rinnovare il contratto in scadenza a giugno per un’altra stagione, vista la volontà dello stesso capitano e del presidente Lanna.

Rispondi