I gemelli del gol annientano l’Inter

Genova, 30 dicembre 1990

Scontro al vertice tra Sampdoria ed Inter, in quella che sarà una partita fondamentale in ottica scudetto. Le due squadre dopo 13 giornate si trovano al primo posto a 19 punti seguite da Milan e Juventus a 18.

I ragazzi terribili di Boskov partono forte e passano subito in vantaggio dopo 22 secondi: lancio dalla difesa di Marco Lanna con Gianluca Vialli che brucia in velocità Bergomi e trafigge Zenga con un preciso diagonale sotto la Sud. Primo tempo ricco di emozioni con occasioni per Mancini e Vialli neutralizzate da Zenga e per Klismann il cui tiro viene respinto in calcio d’angolo con un miracolo di Gianluca Pagliuca. Dopo un gol annullato a Vialli per un presunto fallo su Paganin, al 35′ Mikhaylinchenko viene espulso per una gomitata su Bergomi a seguito di un fallo dubbio in area, non visto dall’arbitro.

Nella ripresa arriva il gol del pareggio nerazzurro al 50′ con Berti che ribadisce in rete la respinta di Pagliuca su un tentativo precedente dello stesso centrocampista. Dopo un’altra occasione dei nerazzurri la Sampdoria si rende pericolosa con ben tre occasioni nonostante l’inferiorità numerica: Vialli approfitta di un retropassaggio sbagliato della difesa avversaria ma Zenga respinge il suo tiro in corner, Mancini dal limite tira di destro ma il numero uno interista blocca e, su punizione sempre del n° 10 blucerchiato dal limite sinistro dell’area, Vialli colpisce la traversa con un poderoso colpo di testa. Queste occasioni sono il preludio del vantaggio blucerchiato che arriva al 82′ con Lombardo che si invola sulla fascia destra e crossa al centro per Vialli, anticipato da Paganin con la mano: rigore trasformato da Vialli e 2-1 blucerchiato. Dopo soli 4 minuti Lo Zar Vierchowod anticipa tutti con uno scatto dei suoi sulla trequarti e, arrivato al limite dell’area serve Mancini che trafigge Zenga con un destro potente.

La Sampdoria con questa grande vittoria stacca l’Inter e va in testa alla classifica in solitaria staccando Milan, Inter e Juventus rispettivamente a +1, +2 e +3. La squadra di Boskov è sempre più consapevole della propria forza e continua ad alimentare il sogno scudetto

SAMPDORIA 3

Pagliuca, Lanna, Vierchowod, Pellegrini, Katanec, Lombardo, Pari, Mikhaylinchenko, Dossena (60′ Bonetti I), Mancini (90′ Invernizzi), Vialli. All: Boskov.

INTER 1

Zenga, Brehme, Bergomi, Paganin, Battistini, Matthaus, Mandorlini, Berti (71′ Pizzi), Bianchi, Serena, Klismann (85′ Iorio). All: Trappattoni.

Marcatori: Vialli 1′, 82′, Berti 50′, Mancini 86′.

14^ Giornata

FIORENTINA – BOLOGNA 1-0: Fuser 15′

TORINO – PARMA 0-0

CESENA – NAPOLI 0-0

CAGLIARI – GENOA 1-0: Braglia aut. 9′

ATALANTA – ROMA 2-2: Bordin 3′, Caniggia 25′, Bigliardi aut. 52′, Giannini 62′

LECCE – BARI 1-1: Morello 34′, Soda 88′

LAZIO – PISA 0-0

MILAN – JUVENTUS 2-0: Ancelotti 46′, Gullit 55′

Classifica

Sampdoria 21 pt, Milan 20, Inter 19, Juventus 18, Parma 17, Genoa 15, Lazio 14, Napoli 14, Torino 14, Atalanta 13, Bari 13, Roma 13, Fiorentina 12, Lecce 12, Pisa 12, Cesena 9, Bologna 8, Cagliari 8

Leggi anche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...