Giampaolo: “Nulla è perduto, siamo sempre a -3 dal Milan”

Nuova trasferta da incubo per la Sampdoria che perde per 4-0 all’Olimpico contro la Lazio. Una sconfitta senza appello che rende più difficile la rincorsa all’obiettivo europeo, un traguardo che secondo il mister Marco Giampaolo resta alla portata: “Facciamo la corsa su noi stessi, questa sconfitta non cambia nulla perché sapevamo che oggi sarebbe stata una partita difficile. C’è ancora bagarre”.

La débâcle è però l’ennesima figuraccia in trasferta e il mister non nasconde la delusione per il passivo subito: “Mi dispiace per i troppi gol presi: il risultato è bugiardo, anche se la Lazio ha una marcia in più. Le differenze tra noi e loro ci sono, ma non era questa la gara dove fare punti. Abbiamo pregi e difetti, ma comunque ricordo che la Sampdoria è a -3 dal Milan: resta il grande campionato che stiamo facendo, è importante restare lì e poi tra un mese tireremo le somme”.

Giampaolo ha risposto anche ai giornalisti che hanno chiesto spiegazioni sulla scelta di lasciare in panchina Quagliarella: “Finora le ha giocate tutte, è un giocatore determinante per noi e dovrà esserlo per le ultime quattro partite. Non era la partita di Fabio perché la Lazio ti mangia fisicamente, meglio tenerlo a riposo per il finale di stagione”.

Leggi anche

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.